9.3. Verbi irregolari nel pretértio perfeito simples

A causa del fatto che la distinzione tra azione del passato que hanno un impatto sul presente e azione terminate in un passato terminato non esiste in portoghese, si utilizza il pretérito perfeito simples quando in italiano si usa il passato remoto, ma anche quando viene utilizzato il passato prossimo. Ciò siginifica che il pretérito perfeito simples è il tempo verbale del passato più importante in portoghese.

Il fatto che il pretérito perfeito simples sia il tempo più importante è un po' spiacevole, perché in tutte le lingue romanze questo tempo è anche il più irregolare. Ci sono pertanto molti verbi da memorizzare.

ter que dovere*
poder** potere
ser*** essere / stare
estar*** essere / stare
querer volere
saber** sapere
ir**** andare
fazer fare
vir venire
pôr mettere


* Per il dovere italiano ci sono due verbi in portoghese, dover e ter que. Il portoghese fa una distinzione che non viene fatta in italiano. Ter que viene utilizzato quando c'è un potere abbastanza forte da imporre la propria volontà. Altrimenti detto, ter que viene utilizzato quando non c'è una alternativa. Questo è valido per leggi naturali ("Una pietra lanciata in aria deve ricadere a Terra"), quando si deve pagare una multa e simili, per conclusioni logiche, ecc. Dover si utilizza quando un determinato comportamento è consigliato per raggiungere uno scopo o quando un comportamento è consigliato per ragioni morali. In questo caso c'è una alternativa, benché non sia quella ottimale. Se un comportamento è soltanto consigliato, ma non obbligatorio, si usa il condizionale di dovere in italiano. 1) Deve andare a scuola. <=> Dovrebbe andare a scuola. Nel caso 1) è obbligato di andare a scuola, se non lo fa, verrà la polizia. Nel caso 2) non c’è obbligo scolastico, può anche rimanere in casa, ma non sarebbe una buona idea. Discuteremo dei verbi modali nel capitolo 15.

** La differenza tra potere e essere è la stessa che in italiano. Sapere significa essere capace di fare qualcosa, perché lo si ha imparato. Potere significa essere capace di fare qualche cosa perché non c’è niente che lo impedisca.

Potere senza averlo imparato: Ho delle cose da fare, non posso andare al cinema.
Sapere perché lo si ha imparato: So fare una torta, mia madre me lo ha insegnato.
Sapere ma non potere: So leggere, ma adesso non posso, non trovo i miei occhiali.

*** La differenza tra ser e estar è la stessa che in spagnolo, ma non ha niente a che vedere con la differenza tra essere e stare in italiano. Si usa estar per descrivere stati passeggeri, soprattutto emozioni, e essere per descrivere caratteristiche intrinseche.

*** Le forme di ir e ser non si distinguono al pretérito perfeito simples da essere.





contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale