18.1.7. Sostituibilità delle forme infinite nell'accorciamento di proposizioni subordinate

In portoghese le proposizioni subordinate possono essere sostituite da un infinito, un gerundio o un participio passato. L'infinito e il gerundio esistono, come in italiano, in una forma semplice e una composta.

sostituzione di una proposizione subordinata con un infinito composto
infinito composto
1) Eu não sabia quem ele era até ter lido o livro.
Io non sapevo chi fosse prima di avere letto il libro.
sostituzione di una proposizione subordinata con un infinito siemplice
2) Eu cheguei até fazer as malas.
Finalmente persino era disposto a fare le valigie.

L'infinito composto descrive un'azione come compiuta. Da un punto di vista meramente logico - un punto di vista irrilevante nel contesto di lingue - si dovrebbe utilizzare l'infinito composto se la frase solo ha senso se un'azione viene compiuta prima che inizi un'altra. Nel caso 1) sa chi è dopo avere letto il libro. Nel caso 2) inizia a fare le valigie, ma l'azione non è compiuta. Tuttavia, la logica è irrilevante. La frase che segue è una formula fissa con la quale si chiede l'assenso del cliente e si può spesso trovare su internet.

Não poderá descarregar o software até ler e aceitar os termos do acordo.
a) Senza leggere e acconsentire alle condizioni generali non può scaricare il software.
b) Senza avere letto e avere acconsentito alle condizioni generali non può scaricare il software.


In realtà soltanto b) sarebbe corretto. Soltanto DOPO avere letto e acconsentito si può scaricare il software. Entrambe le azioni devono essere compiute. Tuttavia, alla frase originale portoghese corrisponde a). In questo esempio probabilmente non è così chiaro, ma se prendiamo un altro esempio, si capisce che c'è qualche cosa che non va.

aa) Senza studiare, non si impara niente.
bb) Senza avere studiato, non si impara niente.


Il caso aa) descrive una regola generale. L'azione di studiare non deve essere necessariamente compiuta. La nostra visione della realità ci suggerisce che si deve studiare, se si vuole imparare qualche cosa. Le azioni si svolgono parallelamente. Il caso bb) è un po' particolare. Significa che l'azione di studiare deve essere compiuta prima di imparare qualche cosa. Questa frase soltanto può avere senso solo se si deve avere studiato, prima di poter imparare qualcosa.

La stessa cosa è valida per il gerundio. Tendo + participio perfeito è un gerundio composto.

sostituzione di una proposizione subordinata con un gerundio
sostituzione con un gerundio composto
3) Tendo feito o seu trabalho, ele se foi.
Avendo fatto il suo lavoro, è andato via.
sostituzione con un gerundio semplice
4) A única maneira de aprender é fazendo o trabalho.
L'unica maniera di imparare è facendo il lavoro.

La logica è la stessa che nell'esempio con l'infinito. Nel caso 3) è andato via dopo aver fatto il suo lavoro. Il gerundio semplice, "Fazendo o seu trabalho, ele se foi" <=> "Facendo il suo lavoro, è andato via" ha ugualmente senso, ma è difficile immaginarsi un contesto che corrisponda. Si potrebbe anche costruire la frase con un participio passato, "Feito o seu trabalho, ele es foi" <=> "Fatto il lavoro, è andato via".

Il caso 4) è diverso. L'affermazione centrale è giustamente la simultaneità. Mentre si lavora, s'impara. Non c'è dubbio che si possa anche imparare qualche cosa dopo averlo fatto: impariamo molto facendo degli errori, ma non è la stessa cosa.

sostituzione di una proposizione subordinata con participio passato
sostituzione con un participio passato composto
5) Isso não significa que o executivo tenha tido feito um mau trabalho.
Questo non vuole dire che il dirigente abbia lavorato male.
sostituzione con un participio
6) Mas uma vez feito o trabalho, todos nos agradecerão.
Una volta terminato il lavoro, tutti ci saranno grati.


5) è un po' particolare. Possiamo trovare questo tipo di costruzione in portoghese, ma in realtà la traduzione letterale in italiano del participio perfeito composto, sarebbe "avuto fatto", che non esiste né ha senso. Il pretérito mais-que-perfeito-composto, descrive già un'azione compiuta in un passato (anteriore) compiuto. La frase "Isso não significa que o executivo tenha tido feito um mau trabalho" sarebbe in italiano "~Questo non significa che il dirigente avesse avuto fatto un cattivo lavoro". La frase italiana sarebbe sbagliata. Nella frase portoghese "tido" (avuto) è superfluo. Possiamo trovare questa costruzione, ma non è documentata da nessuna parte.

In 6) il lavoro deve essere compiuto affinché tutti gli siano grati. Il participio passato compete pertanto soltanto con il gerundio composto e l'infinito composto, ossia soltanto con forme che descrivono un'azione compiuta.

Con le tre costruzioni, tanto con le forme semplici come con le forme composte, si può sostituire proposizioni subordinati temporali, condizionali, concesivi, causali e, questo è vero soltanto in portoghese, anche proposizioni relatlive. Tuttavia non si può usare arbitrariamente una o l'altra forma. Per altre ragioni qualche volta soltanto una o due forme sono possibile.

Al contrario del gerundio, l'infinito ha bisogno di una preposizione che chiarisca il tipo di relazione tra l'azione descritta dalla forma finita e quella descritta dalla forma infinita. Tutto ciò non è molto difficile in portoghese perché funziona come in italiano.

1) gerundio: Avendo letto il libro, conosceva la risposta.
2) infinito senza preposizione: ~ Avere letto il libro, conosceva la risposta.
3) infinito con preposizione: Per avere letto il libro, conosceva la risposta.

1) possiamo comprendere senza preposizione. Aveva letto il libro che conteneva la risposta e pertanto poté rispondere alla domanda che gli avevano posto. Il caso 2) non e corretto. La frase non funziona perché l'infinito è un verbo sostantivato e un sostantivo in una locuzione avverbiale deve essere retto da una preposizione e inoltre l'infinito non ha nessun significato autonomo.

In italiano non si può descrivere la coincidenza di due azioni con l'infinito. Ciò è possibile in portoghese. Con l'infinito non si può descrivere due azioni che si svolgono parallelamente. La frase "~Mentre mangiare, leggeva il giornale" non funziona in nessuna lingua, perché non esiste una preposizione che esprime simultaneità. Però in portoghese si può descrivere la coincidenza puntuale di due avvenimenti.

> >
coincidenza puntuale: a + articolo + infinitoAo escutar-a, se acalmou.
non possibile in italiano~ Al sentirla, si è tranquillizzato.
possibile con il gerundio Sentendola, si è tranquillizzato.

 

Due azioni che si svolgono parallelamente e la coincidenza puntuale non sono la stessa cosa, benché qualche volta, come nell'esempio sopra, la differenza non e grande e si può anche usare una costruzione con il gerundio. Se guardiamo l' esempio seguente, possiamo notare che la coincidenza puntuale molto spesso non può essere descritta con un gerundio.


italianoportoghese
Quando il treno partì, cadde a terra. Ao-arrancar o comboio, caiu a terra.
~ Partendo il treno, cadde a terra. ~Arrancando o comboio, caiu a terra.

Il gerundio descrive un'azione persistente. Nella frase "Mangiando leggeva il giornale" abbiamo due azioni persistenti e l'uso del gerundio è perfettamente corretto. La frase "Quando il treno partì, cadde a terra" esprime, invece, coincidenza puntuale.

Il gerundio semplice descrive due azioni, avvenimenti, processi. Il gerundio composto descrive anteriorità, ma soprattutto descrive il fatto che un'azione del passato ha una conseguenza su un'altra. L'infinito descrive semplicemente anteriorità. Normalmente la differenza tra un gerundio composto e un infinitivo composto è minima:

1) Dopo non averlo fatto, aveva la coscienza tranquilla.
2) Non avendolo fatto, aveva la coscienza tranquilla.

1) Non suona soltanto male, anche il significato non è molto chiaro. L'aspetto di anteriorità non è rilevante in questo caso; ad essere rilevante è la conseguenza.

Il gerundio e l'infinito sono attivi. Nel contesto delle proposizioni subordinate hanno un soggetto, che ereditano, si tralasciamo l'infinitivo pessoal, cfr. capitolo 16, dal verbo finito.


Arrivando a casa, si rese conto che la porta era chiusa.Chegando a casa, notou que a porta estava fechada.
Quando arrivò a casa, si rese conto che la porta era chiusa. Ao chegar a casa, notou que a porta estava fechada.

La persona che arriva a casa è la stessa che quella che si rende conto che la porta è chiusa. Il soggetto è la persona che esegue le azioni.

Il participio passato è passivo. Il soggetto del participio passato è lo scopo dell'azione, man non colui che la esegue. Il soggetto determina la forma verbale: se è al plurale, anche la forma verbale deve essere al plurale; se il soggetto è al singolare, la forma verbale deve essere al singolare.

La lettera scritta era sopra la tavola.
Le lettere scritte erano sopra la tavola.

Questo significa che la sostituzione di una proposizione subordinata con un participio passato segue una logica completamente distinta dalla sostituzione di una proposizione subordinata con un infinito o gerundio.

Dopo che aveva terminato il lavoro, è andato via.
participio passato: Fatto il lavoro, è andato via.
infinito composto: Dopo aver finito il lavoro, è andato via.
gerundio: Avendo terminato il lavoro, è andato via.

Se sostituiamo la proposizione subordinata con participio passato, l'oggetto indiretto della frase originale "lavoro" si converte nel soggetto del participio passato. In questo caso il soggetto è lo scopo dell'azione, ma non l'esecutore. Se sostituiamo con un infinito o con un gerundio, il soggetto è lo stesso che nella frase originale e viene ereditato del verbo finito. In questo caso il soggetto è l'esecutore dell'azione.

Da un punto di vista sintattico il gerundio, l'infinito e il participio passato, sono completamente differenti. Il gerundio è in fondo un avverbio, l'infinito un sostantivo e il participio passato un aggettivo e pertanto si comportano come tali. L' avverbio non può reggere una preposizione, il sostantivo necessita una preposizione anteposta e l'aggettivo concorda in genere e numero con il sostantivo al quale si riferisce.

Le tabelle qui sotto mostrano quando una forma infinita può essere sostituita da un'altra e quando questo non è possibile. Le frasi tra parentesi sono grammaticalmente sbagliate.

Nel caso che l'azione non sia compiuta soltanto competono l'infinito e il gerundio, perché il participio passato descrive sempre un'azione compiuta. Se l'azione è compiuta concorrono l'infinito composto, il gerundio composto e il participio.

Proposizioni subordinatie temporali (attiva)
infinito: Depois / Antes de comer vamos à praia. Dopo / Prima di mangiare, andiamo in spiaggia.
gerundio: Comindo vamos à praia. Mangiando andiamo in spiaggia.
Il gerundio non può avere una preposizione anteposta e può soltanto esprimere simultaneità (gerundio semplice) o anteriorità (gerundio composto). Una proposizione subordinata, pertanto, può essere sostituita da un gerundio semplice solo nel caso in cui esista una relazione di simultaneità tra le due azioni. Le due frasi sono grammaticalmente corrette, ma non significano la stessa cosa.
infinito: Ao chegar o trem correram para a estação. ~ Al arrivare il treno, corsero alla stazione.
gerundio: Chegando o trem correram para a estação. Arrivando il treno, corsero alla stazione.

Se l'infinito esprime la concomitanza temporale di due azioni, si può anche usare in tale contesto il gerundio, se la concomitanza non è molto breve. Se questa concomitanza è soltanto puntuale o molto breve, la sostituzione con un gerundio può produrre una frase assurda.

Quando la bomba esplose, la casa crollò. <=> ~ Esplodendo la bomba la casa crollò.

infinito: ~Ao fumar um cigarro esperava. ~ Al fumare una sigaretta aspettava.
gerundio: Fumando um cigarro esperava. Aspettava, fumando una sigaretta.
In combinazione con una preposizione l'infinito può esprimere anteriorità, antes de, posteriorità, depois de, e concomitanza puntuale, ao. Ma se l'affermazione centrale è il fatto che due azioni si svolgono simultaneamente, abbiamo più che una concomitanza puntuale. La costruzione ao + infinito è possibile, ma l'azione descritta dall'infinito è inserita nell'azione di sfondo. "Ao chegar facia frío". <=> Quando è venuto faceva freddo. La frase "Ao fumar un cigarro, esperaba" è assurda.
infinitivo pessoal: Ao chegarem jà fazia noite. Quando arrivarono era notte.
gerundio: ~Chegando jà fazia noite. ~Arrivando già era notte.
In questo caso nessuna sostituzione con una forma infinita è possibile in italiano. Primo perché non c'è nessuna possibilità di esprimere concomitanza puntuale con una forma verbale infinita è secondo perché il soggetto della forma infinita non è lo stesso che il soggetto della forma finitia. In generale, la forma verbale infinita eredita il suo oggetto della forma finita e ciò non ha senso in questo caso. In un caso così nessun'altra lingua romanza può sostituire la proposizione subordinata con una forma verbale infinita. In portoghese questo è possibile con l'infinitivo pessoal. Chegarem è un infinitivo pessoal terza persona plurale. Esso ha il suo soggetto proprio e non lo eredita dal verbo finito "fazia", che è invece alla terza persona singolare.
infinito: Ao fumar um cigarro, uma pessoa ingere substâncias nocivas. ~ Al fumare una cigaretta una persona inala sostanze nocivi.
gerundio: Fumando um cigarro, uma pessoa ingere substâncias nocivas. Fumando una cigaretta una personal inala sostanze nocivi.
In italiano è possibile solo la costruzione col gerundio: chi fuma e chi inala sono la stessa persona e pertanto, il gerundio può ereditare il soggetto dal verbo finito. Si esprime così un'azione che si sviluppa parallelamente a un altra. In spagnolo e portoghese si può usare, in questo caso, la costruzione "al + infinito" che esprime coincidenza puntuale.


In generale, una proposizione condizionale può essere sostituita con un infinito e con un gerundio. (Con il participio passato è possibile soltanto, se la condizione è immaginata come compiuta: fatto il lavoro, può andare a giocare. <=> Se ha fatto il lavoro, può andare a giocare. Parleremo di questo più tardi.) Tuttavia, se la condizione richiede una specificazione, "Senza pagare non riceve niente" <=> "Se non paga, non riceve niente", una sostituzione con gerundio non è possibile, perché il gerundio non può essere preceduto da una preposizione. (Il caso delle proposizioni concessive, "Mesmo facendo isto..." <=> "Pur facendo questo..." è un'eccezione.) Una sostituzione con un infinito non è possibile in italiano, perché no c'è nessuna preposizione che corrisponda alla congiunzione "se".

Proposizioni condizionali
infinito: Caso trabalhar mais do que 44 horas por mês você pode pedir hora extra. Lavorando più di 44 ore al mese, puoi chiedere un importo per lavoro straordinario.
gerundio Trabalhando mais do que 44 horas por mês você pode pedir hora extra.
"Caso" è una congiunzione e non una preposizione. Pertanto abbiamo un'eccezione alla regola generale secondo la quale un infinito, che è un verbo sostantivato, può essere preceduto solo da una preposizione. Il fatto che caso è una congiunzione è facile da capire: corrisponde a "casomai" in italiano. Il lettore avrà molti problemi a trovare una frase in cui casomai si trovi davanti a un sostantivo: ~ Casomai banca, ritiro soldi. Le preposizioni chiariscono le relazioni tra due sostantivi, ma i sostantivi mai hanno una relazione tra di loro che corrisponde alla relazione descritta da a caso / casomai. La frase potrebbe essere comprensibile, ma grammaticalmente sbagliata. Il portoghese permette in questo caso l'uso di una congiunzione davanti a un infinito, rendendo possibile la sostituzione di una proposizione condizionale con un infinito.
infinito: Sem estudar, não podemos obter um certificado de conclusão do Ensino. Senza studiare, non possiamo ottenere il diploma.
gerundio: [Sem estudando, .......]
In generale, si può dire che l'infinitivo è un po' più potente che il gerundio, perché permette di anteporre una preposizione che chiarisce la relazione tra l'azione descritta dal verbo finito e quella descritta dal verbo infinito. Giacché il gerundio non permette nessuna preposizione / congiunzione, il contesto nel quale si può sostituire con esso una proposizione subordinata è ridotto.


proposizioni subordinate causali
infinito: ~Sem estudar, foi reprovado. Non avendo studiato, è stato bocciato.
gerundio: Não estudando, foi reprovado.
La nostra conoscenza della realtà ci permette di interpretare la frase senza problemi. Non aver studiato è la causa e essere bocciato la conseguenza. Tuttavia, la relazione non viene spiegata esplicitamente. Se interpretiamo la frase "~Sem estudar, foi reprovado" letteralmente il significato sarebbe "È stato bocciato senza problemi" il che è assurdo, perché per essere bocciato basta non fare semplicemente nulla. La frase corretta sarebbe: "Por não estudar, foi reprovado". Il gerundio esprime implicitamente, tra altre cose, la causa.
infinito: Por estudar muito, passei no vestibular. Studiando molto, passò l'esame.
gerundio: Estudando muito, passei no vestibular.
Si può costruire tanto con l'infinito quanto con il gerundio.


Proposizione subordinata concessiva
infinito Sem estudar, passei no vestibular. Senza studiare, passò l'esame.
gerundio Mesmo não estudando, passei no vestibular. Benché non avesse studiato, passò l'esame.
Abbiamo una preposizione, mesmo não, che corrisponde alla preposizione sem e pertanto entrambe costruzioni sono corrette.


Tanto l'infinito composto, ter + participio, quanto il gerundio composto, tendo + participio perfeito, descrivono un'azione compiuta. La logica è la stessa che nel caso delle forme semplici. Il gerundio può sostituire le proposizioni subordinati temporali, condizionali, concessive e causali senza che il tipo di relazione sia chiarito da una preposizione o congiunzione. Questo funziona perché in un 99% dei casi si capisce dal contesto di che tipo di relazione si tratta. L'infinito ha una preposizione anteposta e pertanto può sostituire più proposizioni subordinate. Queste due forme sono attive: ciò significa che ereditano il soggetto (colui che esegue l'azione descritta dalla forma infinita), dal verbo finito.

Il participio passato ha un soggetto proprio, ma questo esso è lo scopo dell'azione descritta dal verbo finito e non l'esecutore. Il participio passato è sempre passivo.

Una volta indossati gli occhiali, vedeva ciò che succedeva.

"Gli occhiali" sono il soggetto del participio passato, non eseguono l'azione da esso descritta. Da un punto di vista sintattico esso svolge la funzione di aggettivo.

Anche il gerundio e l'infinito hanno delle forme passive, tendo + sido + participio passato e ter + sido + participio passato, ma in generale queste forme non vengono molto utilizzate, perché nella maggioranza dei casi possono essere sostituite da un semplice participio passato.

Possiamo trovare anche frasi di questo tipo: Arrivati alla stazione, presero un taxi. Questo caso ovviamente non ha niente a che vedere con il caso descritto prima. In questo caso il soggetto del participio passato, arrivati, e lo stesso che il soggetto del verbo finito, presero. Inoltre, la funzione sintattica non è quella di un aggettivo, ma di una locuzione avverbiale e questo participio passato non è passivo, ma attivo. Secondo l'autore di queste pagine quest'uso è il risultato di un processo storico: della frase "Dopo che erano arrivati alla stazione, presero un taxi" è rimasto "Arrivati alla stazione, presero un taxi".

Proposizione subordinata temporale
infinito: Depois de ter feito o trabalho, foi embora. Dopo aver fatto il lavoro, andò via.
gerundio: Tendo feito o trabalho, foi embora.
participio: O trabalho feito, foi embora.
Nella costruzione con l'infinito e con il gerundio trabalho (lavoro) è l'oggetto diretto della frase. Nella costruzione con il participio "lavoro" è il soggetto. Per rendersi conto di ciò basta mettere la frase al plurale. Così facendo anche il verbo sarà al plurale, perché esso dipende dal soggetto: Os trabalhos feitos, foi embora. <=> Compiuti i lavori, andò via. Il gerundio può e deve essere interpretato: non c'è nessuna preposizione o congiunzione che chiarisca che tipo di relazione c'è tra l'azione descritta dal verbo finito e quella descritta dal verbo infinito. In questo caso concreto si potrebbe interpretare il gerundio anche come proposizione subordinata causale: "Giacché aveva fatto il lavoro, andò via."


Proposizione subordinata concessiva
infinito: A pesar de ter chovido mais em janeiro, no ano passado caiu menos chuva. Benché abbia piovuto molto in gennaio, l'anno scorso ci fu meno pioggia.
gerundio: Mesmo tendo chovido mais em janeiro, no ano passado caiu menos chuva.
participio: --------------------

A pesar de (pur) è una preposizione e corrisponde alla congiunzione a pesar de que (benché). La preposizione mesmo (pur) corrisponde alla congiunzione mesmo che (anche se). Entrambe sono congiunzioni concessive. Nella maggior parte dei casi la differenza tra di esse non è molto grande e si possono usare indifferentemente. Qualche volte però c'è una grande differenza.

1) Benché venga, non potrà risolvere il problema.
2) Anche se viene, non potrà risolvere il problema.

Nel caso 1) è sicuro che viene, ma non sarà di grande aiuto. In 2) non è sicuro che venga, ma anche se lo farà, non potrà risolvere il problema. La costruzione con il gerundio si distingue dunque leggermente dalla costruzione con l'infinito. Una sostituzione con il participio non è possibile in questo caso, perché non c'è nessun oggetto diretto che possa diventare il soggetto della costruzione passiva.

infinito: Apesar de ter feito algumas pesquisas, não encontrei nada. Benché avessi fatto qualche ricerca, non trovai niente.
Pur avendo fatto qualche ricerca, non trovai niente.
gerundio: Mesmo tendo feito algumas pesquisas, não encontrei nada.
participio: Mesmo feitas algumas pesquisas, não encontrei nada.

Mesmo corrisponde a pur in italiano è può avere due significati distinti.

Pur avendo studiato più, non avrebbe superato l'esame. => Anche se avesse studiato di più, non avrebbe superato l'esame.
Pur avendo studiato più, non superò l'esame. => Benché avesse studiato di più, non superò l'esame.

Significa che mesmo corrisponde sia a benché che a anche se. In questo contesto corrisponde a benché. La proposizione principale è all'indicativo e pertanto non si tratta di un fatto ipotetico, ma di uno reale.

infinito: A pesar de ter feito alguns cursos, encontro muitos problemas devido a falta de prática. Benché abbia fatto qualche corso, lo trovo difficile a causa di mancanza di pratica.
gerundio: Mesmo tendo feitos alguns cursos, encontro muitos problemas devido a falta de prática. Pur avendo fatto qualche corso, lo trovo difficile a causa di mancanza di pratica.
participio: Mesmo feitos alguns cursos, encontro muitos problemas devido a falta de prática. Benché abbia fatto qualche corso, lo trovo difficile a causa di mancanza di pratica.
Stessa cosa che nel esempio precedente. La congiunzione a pesar de que (benché) e la preposizione a pesar de (pure) hanno soltanto un significato. Introducono una proposizione concessiva, ossia una proposizione subordinata che descrive un' azione / avvenimento che avrebbe potuto impedire l'azione / l'avvenimento descritto nella proposizione principale, senza però effettivamente farlo. (O, come in questo caso, all' inverso: la proposizione subordinata descrive un'azione / un avvenimento che avrebbe potuto rendere possibile l'azione descritta nella proposizione principale, ma non lo ha fatto. Mesmo ha due significati. Può significare benché o anche se. Il significato si deve dedurre dal contesto.


Proposizione subordinata causale
infinito: Por não ter entendido, voltei a indagar. Non avendo compreso, domandai un altra volta.
gerundio: Não tendo entendido, voltei a indagar.
participio: -------------------
Sembra che in questo caso la preposizione "por" potrebbe essere tralasciata: si può trovare su google un numero infinito di esempi nei quali una proposizione causale è sostituita da un infinito senza la preposizione. Davanti al gerundio non c'è mai una preposizione (mesmo è un'eccezione). La relazione tra l'azione descritta dal gerundio e quella descritta dal verbo finito si deve pertanto estrapolare dal contesto. La sostituzione con un participio passato non è possibile in questo caso perché non c'è nessun oggetto diretto che possa diventare il soggetto del participio passato.
infinito: Por não ter pagado a conta fica sem luz e água. Non avendo pagato la fattura, è rimasto senza luce.
gerundio: Não tendo pagado a conta, fica sem luz e água.
participio: A conta não paga, fica sem luz e água.
In questo caso la proposizione subordinata ha un oggetto diretto che può diventare il soggetto del participio passato. Il verbo pagare ha due forme del participio passato e per la voce passiva si deve utilizzare la forma irregolare.


proposizione subordinata condizionale
infinito: Depois de ter acabado isso, você pode descansar. Dopo avere terminato puoi riposare.
gerundio: Tendo acabado isso, você pode descansar.
participio: Acabado isso, você pode descansar.
L'infinito ha bisogno di una preposizione con il valore semantico di "si". "Caso" potrebbe essere possibile, tuttavia, dal contesto sappiamo che si tratta di una condizione che deve essere compiuta prima che si possa svolgere l'azione descritta nella proposizione principale e pertanto possiamo anche costruire con dopo, che è più usuale. Da un punto di vista formale si tratta di una proposizione temporale, ma in questo caso la differenza tra proposizione temporale e condizionale è minima. Se si costruisce con un participio passato, il pronome dimostrativo, isso, si converte nel soggetto del participio.





contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale