11.2 Il pretérito perfeito composto

Il sistema temporale è l' "emblema" delle lingue romanze. Altrimenti detto, nelle lingue romanze i seguenti aspetti sono presi in considerazione nel sistema temporale dei verbi.

1) - un'azione passata ha un impatto sul presente del parlante: Ho perso il mio passaporto: Dovrò richiederne uno nuovo. => passato prossimo
2) - azione finita in un passato finito: La sua scomparsa non fece notizia: => passato remoto
3) - azione di sfondo il cui inizio e la cui fine sono sconosciuti o irrilevanti: Pioveva e lei andava troppo veloce. => imperfetto

Ciò che ci interessa adesso è la differenza tra le frasi 1) e 2). Non prenderemo in considerazione il fatto che questa differenza oggigiorno nella lingua italiana parlata e in francese non si fa più. Per non complicare troppo le cose diciamo che in italiano e francese funziona ancora come in spagnolo e che gli italiani parlano ancora come si parla in un romanzo di Alessandro Manzoni e i francesi parlano ancora come si parla in un romanzo di Victor Hugo.


Azione compiuta in un passato compiuto
Ieri fu in Italia.
Azione il cui risultato è ancora rilevante per il presente
Si è rotta la mia macchina.


La situazione in portoghese è completamente diversa. Formalmente il pretérito perfeito composto portoghese assomiglia al passato prossimo italiano, al pretérito perfecto spagnolo e al passé composé francese, poiché viene formato con il verbo ausiliare avere al presente di indicativo + il participio passato.

spagnolo: pretérito perfectoYo he comprado.
italiano: passato prossimoIo ho comprato.
francese: passé composéJ' ai acheté.
portoghese: pretérito perfeito compostoEu tenho comprado.
inglese: prsesent perfectI have eaten.
tedesco: PerfektIchhabe gegessen.


Per questa ragione è abbastanza sicuro che una persona di madre lingua italiana, spagnola, francese tradurrebbe questo tempo verbale con il tempo che gli corrisponde formalmente. Un italofono per esempio tradurrebbe il pretério perfeito composto con un passato prossimo, il che è quasi sempre sbagliato.

La distinzione tra un'azione compiuta in un passato compiuto e un'azione il cui risultato è ancora rilevante per il presente non viene fatta in portoghese. Il pretérito perfeito composto ha una funzione completamente diversa. Si utilizza se un'azione è RIPETUTA regolarmente fino al presente del parlante, l'impatto di questa azione è irrilevante.

Questo significa che il pretérito perfeito composto si usa anche in contesti n cui il passato prossimo italiano è obbligatorio, in base alle regole della grammatica normativa.

A: Hai fame?
B: No, ho già mangiato.
sbagliato: No, già mangiai.
A: Tens fome?
B: Não, já comi.

sbagliato: No, já tenho comido.


Mangiare è un'azione che ha un impatto sul presente. Non ha fame perché già ha mangiato qualcosa. In tutte le altre lingue romanze, e anche in inglese e in tedesco, l'uso di un tempo composto è obbligatorio in un contesto come questo, ma non in portoghese. Tradurre questa frase con: "Tenho comido" sarebbe sbagliato in questo caso. Sarebbe corretto soltanto se l'azione si ripete. Se B non avesse fame perché ha mangiato continuamente o parecchie volte, si potrebbe dire "no, já tenho comido", ma questo contradirebbe la nostra visione della realtà.

Dobbiamo distinguere tra due situazioni. Se l'azione è stata realizzata una volta è ha un impatto sul presente del parlante, in spagnolo, italiano, francese e inglese l'uso di un tempo che corrisponde FORMALMENTE al pretérito perfeito composto portoghese è obbligatorio secondo la grammatica normativa. In portoghese NON si usa il pretérito perfeito composto in questo contesto.

Nel caso in cui l'azione sia ripetuta parecchie volte fino al presente del parlante, si usa il pretérito perfeito composto in portoghese. Questo tempo verbale corrisponde al present perfect continuous in inglese o alla perifrasi estar + ser + gerundio in spagnolo. In italiano e francese non esiste una perifrasi verbale che corrisponda al pretérito perfeito portoghese, ma di norma c'è un avverbio che permette di capire il significato esatto.

portoghese => pretérito perfeito composto: Ultimamente, tenho feito coisas muito estúpidas.
inglese => present perfect continuous: Lately I have been doing a lot of stupid things.
spagnolo => haber + estar + gerundio: Ultimamente he estado haciendo una cantidad de cosas estúpidas.
italiano => non c'è una struttura equivalente: Ultimamente ho fatto molte cose stupide.


Ultimamente descrive un periodo, uno spazio di tempo più o meno lungo, che inizia nel passato e dura fino al presente del parlante. Inoltre, "cose stupide" è una forma plurale, il che significa che non è stata commessa una sola sciocchezza, ma varie. Abbiamo dunque un'azione che è stata ripetuta varie volte fino al presente del parlante. In questo contesto in portoghese si utilizza il pretérito perfeito composto. In inglese e spagnolo esistono strutture che hanno la stessa funzione, benché non siano tempi verbali. In italiano non esiste nessuna struttura corrispondente al pretérito perfeito composto, ma possiamo dedurre dal contesto se la azione è ripetuta. È dunque possibile che qualche volta il pretérito perfeito composto venga tradotto in italiano con il tempo verbale che corrisponde formalmente, il che fa credere a molta gente che il pretérito perfeito composto portoghese corrisponda al passato prossimo italiano, ma non è così. Guardiamo questo esempio.

corretto: Ho perduto la chiave della mia casa, non posso entrare. sbagliato: Persi la chiave della mia casa, non posso entrare.
sbagliato: Tenho perdido a chave da minha casa, não posso entrare. corretto: Perdi a chave da minha casa, não posso entrare.

In questo caso l'uso del passato prossimo è obbligatorio in italiano, almeno se vogliamo rispettare la grammatica normativa dei tempi di Alessandro Manzoni, ma il pretérito perfeito composto portoghese, ossia il tempo che corrisponde FORMALMENTE al passato prossimo italiano non può essere usato in questo caso. "Tenho perdido a chave ...." significa che fino al presente ha perduto ripetutamente la chiave di casa sua e che per questa ragione non può entrare. Ciò è assurdo. Primo, perché se ha perso la chiave non può perderla un'altra volta e secondo perché basta perderla una volta per non poter entrare più in casa. In teoria può perderla, ritrovarla, perderla di nuovo e ritrovarla di nuovo ecc... ma questo scenario è molto teorico. Dall'altra parte, il passato remoto non può essere usato in questo contesto. Un avvenimento espresso al passato prossimo ha un impatto sul presente, mentre il passato remoto, "persi" può descrivere soltanto azioni compiute in un passato, senza collegamento con il presente. In portoghese il collegamento con il presente è irrilevante e se un'azione fu realizzata soltanto una volta, si usa il pretérito perfeito simple indipendentemente dal fatto che esista o meno un collegamento con il presente.

Parleremo nuovamente del passato perfeito composto più avanti, dopo avere visto come si forma. La formazione del pretérito perfeito composto non presente nessuna difficoltà. Viene formato esattamente come in italiano, con il verbo ausiliare avere, "ter" in portoghese, coniugato in presente e il participio passato.

Abbiamo già analizzato il presente del verbo "ter" nel capitolo 5. Ciò che non abbiamo ancora visto è la formazione del participio passato. Come sempre e come in italiano dobbiamo distinguere tra i verbi che terminano in -ar, -er-, -ir. Il participio perfetto si forma omettendo le desinenze dell'infinito e aggiungendo alla rimanente radice, la desinenza del participio perfetto corrispondente.

infinito radice desinenza participio perfetto traduzione
verbi in -ar
lavar lav ado lavado lavato
amar am ado amado amato
pagar pag ado pagado pagato
verbi in -er
agradecer agradec ido agradecido ringraziato
proteger proteg ido protegido protetto
saber sab idosabido saputo
verbi in -ir
impedir imped ido impedido impedito
sentir sent idosentido sentito
exigir exig idoexigido chiesto


Con questo riceviamo.

eutenho
participio perfetto infinito traduzione
verbi in -ar
entradoentrar entrare
ganhadoganhar guadagnare
dedicardedicado dedicare
verbi in -er
esquecidoesquecer dimenticare
defendidodefender difendere
enchidoencher riempire
verbi in -ir
dormidodormir dormire
digeridodigerir dirigere
erigidoerigir costruire
tu tens
ele ela
você
o senhor a senhora
tem
nós temos
eles elas
vocês
o senhores as senhoras
têm


Per quanto riguarda gli esempi, ripetiamo ciò che abbiamo già detto. La traduzione del pretérito perfeito composto portoghese con il passato prossimo italiano è meramente didattica. I due tempi verbali si assomigliano per quanto riguarda la formazione, ma non per quanto riguarda la funzione. Italofoni e sopratuto ispanofoni, tendono a utilizzare il preterito perfeito composto quando si utilizza in spagnolo / italiano il pretérito perfecto / passato prossimo e i parlanti portoghesi tendono a utilizzare il pretérito indefinido / passato remoto quando utilizzerebbero in portoghese il pretérito perfeito simples. Ci sono contesti nei quali è possibile, ma in generale questo ragionamento è sbagliato. Senza nessun contesto, si può farlo.

ejemplos
Eu tenho ganhado.
Io ho guadagnato.
Tu tens esquecido.
Tu hai dimenticato.
Ele tem dormido.
Lui ha dormito.

La quantità di participi passati irregolari è limitata. Menzioniamo i più importanti. La maggioranza delle frasi che seguono si può tradurre con il passato prossimo, però non significa che ciò sia sempre possibile.

verbo participio perfeito esempio
fazerfeito Eu tenho feito mais coisas certas do que erradas.
Ci sono più di cose che ho fatto bene che cose che ho fatto male.
escreverescrito Muito se tem escrito sobre isso.
È stato scritto molto su questo problema.
dizerdito Temos dito repetidamente que o texto só precisava de algumas alterações pontuais.
Abbiamo detto varie volte che il testo ha bisogno soltanto di essere modificato in alcune parti.
virvindo Estas tecnologias têm vindo a ser continuamente desenvolvidas.
Queste tecnologie continuano a essere sviluppate continuamente.
ver visto Não tenho visto progressos reais, mas considero que são possíveis.
Non ho visto nessun progresso, ma lo credo possibile.
pôrposto Não tem posto em prática as resoluções.
No ha messo in pratica le risoluzioni.
abriraberto Israel tem aberto as portas ao povo judeu disperso por todo o mundo.
Israele ha aperto le porte per tutto il popolo ebraico sparso nel mondo.
cubrircuberto Ela tem coberto uma percentagem das perdas.
Lei ha coperto una parte dei debiti.


Altri esempi: Qualche volta è anche possibile di tradurre il pretérito perfeito composto con un semplice presente.

Muito se tem escrito sobre isso.
Si ha scritto molto su questo.
Muito, molto, potrebbe riferirsi anche alla quantità, ma in questo contesto interpretiamo molto nel senso che si ha scritto su questo tema in varie occasioni.
Temos dito repetidamente que o texto só precisava de algumas alterações pontuais.
Abbiamo detto già varie volte che il testo ha bisogno soltanto di qualche modificazione.
Repetidamente, ripetutamente suggerisce che l'azione viene ripetuta varie volte nel passato.
Não tenho visto progressos reais, mas considero que são possíveis.
Non ho visto progressi reali, ma li considero possibili.
Il non vedere progressi reali è un'azione che dura fino al presente del parlante.
Não tem posto em prática as resoluções.
Non ha messo in pratica le risoluzioni.
Lo stesso che nella frase precedente: il non mettere in azione è una cosa che si è ripetuta parecchie volte.
Estas tecnologias têm vindo a ser continuamente desenvolvidas.
Queste tecnologie sono si sviluppate continuamente.
Continuamente suggerisce che si tratta di un processo duraturo. Ma il passato prossimo, "...sono state sviluppate...", non può essere usato in questo caso, perché questo suggerirebbe che non vengono sviluppate più.
Tem feito muito calor.
Fa caldo ultimamente.
Nemmeno in questo caso è possibile tradurre con il passato prossimo. "Ha fatto caldo" vorrebbe dire che nel presente del parlante non fa più caldo, ma il perfeito composto descrive un'azione che dura fino al presente del parlante e oltre tale momento.


Se il pretérito perfeito composto sia veramente un tempo del passato e non un tempo del presente è discutibile. Analizziamo le seguenti frasi.

São coisas que eu tenho pensado desde que voltei de viagem.
1 a) Sono delle cose alle quali sto pensando da quando sono ritornato dal viaggio.
1 b) Sono delle cose alle quali ho pensato da quando sono ritornato dal viaggio.

Ha pensato e sta pensando a queste cose da quando è ritornato dal viaggio e continua pensarci ancora nel presente. Il presente è però qualcosa di relativo, in quanto in esso bisogna sempre includere il passato prossimo e anche il futuro prossimo.

Tenho pensado muito em ti ultimamente.
2 a) Penso molto a te ultimamente.
2 b) Ho pensato molto a te ultimamente.


Nelle grammatiche normative il passato prossimo italiano è considerato un tempo di presente, il che ha conseguenze sul discorso indiretto e sulla concordanza dei tempi. Parleremo di questo nel capitolo 14. Se si accetta la funzione che la grammatica normativa attribuisce al passato prossimo è corretto dire che il passato prossimo è un tempo del presente.

Eu tenho trabalhado desde que eu era muito jovem.
3 a) Io lavoro fin dall'infanzia.
3 b) Io ho lavorato fin dall'infanzia.


In un caso così, in un contesto che descrive un'azione che inizia nel passato e dura fino al presente si possono utilizzare sia il passato prossimo che il presente, sia in portoghese che in italiano, ma se un'azione del passato ha un impatto sul presente si può soltanto utilizzare il passato prossimo in italiano e il PRETÉRITO PERFEITO SIMPLES in portoghese.

Corretto: Ho perso le mie chiavi, non posso aprire la porta.
Sbagliato: Persí le mie chiavi, non posso aprire la porta.

Ciò che non è compatibile con la "intuizione" linguistica è il fatto che si usi il pretérito perfeito simples - che corrisponde FORMALMENTE al passato remoto italiano - quando un'azione del passato ha un impatto sul presente. In questo caso, almeno se si rispetta la grammatica normativa, si deve utilizzare in italiano il passato prossimo.

Hoje perdi a minha carteira e por isso não pude pagar a conta.
corretto: Oggi ho perso il mio portamonete e per questo non posso pagare la fattura.
sbagliato: Oggi persi il mio portamonete e per questo non posso pagare la fattura.

Per quanto riguarda il passato prossimo italiano è irrilevante se un'azione viene ripetuta nel passato, se viene realizzata varie volte o se dura fino al presente del parlante. L'unico aspetto da prendere in considerazione è l'impatto che tale azione ha sul presente del parlante. Se c'è un avverbio che indica che l'azione durò fino al presente del parlante o se il locutore si trova nello stesso spazio di tempo nel quale fu realizzata l'azione si può utilizzare il passato prossimo in entrambe le lingue.

un avverbio suggerisce che l'azione ha perdurato
Ho parlato con la sua sorella tutto il giorno.
Tenho falado com a sua irmã quase todo dia.


A rendere la cosa un po' complicata è il fatto che qualche volta il passato prossimo può essere tradotto con il pretérito perfeito composto e il passato remoto con il pretérito perfeito simple. Ciò suggerisce l'idea che i sistemi dei tempi verbali del portoghese e delle altre lingue romanze si corrispondono, ma non è così.


Pretérito perfeito simples tradotto con il passato remoto.
Ieri parlai con lui.
Falei com ele ontem.

Tanto il passato prossimo quanto il pretérito perfeito composto sono tempi del presente. Spesso si può dire la stessa cosa con il presente o con il passato prossimo e in un contesto di questo tipo si utilizza il passato prossimo in entrambe le lingue


Traduzione del pretérito perfeito composto con un passato remoto.
Eu tenho comido cereal no café da manhã por toda a minha vida.
Io ho mangiato cereali per colazione tutta la mia vita.

o un presente.


Quasi lo stesso significato con il presente.
Eu como cereal no café da manhã desde que nasci.
Mangio cereali per colazione tutta la vita.

In qualche grammatica del portoghese possiamo trovare l'affermazione che il pretértio perfeito composto corrisponda ai tempi verbali delle altre lingue romanze e che si forma della stessa maniera, ossia con il verbo ausiliare al presente e il participio passato. Si illustra queste affermazioni con frasi di questo tipo:


italiano Quest'anno ha piovuto molto in Brasile.
spagnolo: Este año ha llovido mucho en Brasil.
portoghese: Este ano tem chovido muito no Brasil.

Le tre frasi sono corrette e, secondo la nostra concezione della realtà, le interpretiamo anche allo stesso modo: ha piovuto varie volte. Ma la frase spagnola e quella italiana potrebbero anche essere interpretate diversamente. È possibile, benché non molto realista, che una volta abbia piovuto molto. Si utilizzerebbe il pretérito perfecto / passato prossimo anche nel caso in cui l'avvenimento sia successo soltanto una volta: Quest'anno ha vinto un milione alla lotteria. In questo caso la nostra visione della realtà ci suggerisce che l'azione è avvenuta una volta sola. Utilizzeremmo quindi il passato prossimo in italiano, ma il pretérito perfeito SIMPLES in portoghese.

Si utilizza il passato prossimo in italiano anche in presenza di un avverbio come "oggi, quest'anno, questa settimana, questa mattina" ecc. che indica che il parlante si trova nello stesso spazio di tempo nel quale è accaduto l'avvenimento. Ciò è irrilevante in portoghese. Se l'azione è avvenuta una sola volta, si usa il pretérito perfeito simples.

italiano: Quest'anno ho fatto visita a mio fratello.
portoghese: Este ano visitei o meu irmão em Paris.

Ciò che rende questo tema ancora più problematico è il fatto che alcune persone hanno problemi con la grammatica della propria lingue madre.

Em Espanha dizemos, por exemplo, "hoy he comido arroz" mas o certo seria dizer "hoy comí arroz" porque faz oito horas que "eu comi" (oração acabada, perfectiva). Acho que os galegos quando falam espanhol usam estes tempos verbais de maneira certa.

https://forum.wordreference.com
In Spagna diremo, per esempio, "hoy he comido arroz", oggi ho mangiato riso, ma sarebbe più corretto dire "hoy comí arroz", poiché "yo comí", io mangiai, otto ore fa, (frase compiuta). Suppongo che i galiziani utilizzino questo tempo correttamente quando parlano in spagnolo.


Dato che il galiziano è la lingua della quale discende il portoghese, il commento sopra suppone che i galiziani (la Galizia è una regione situata nel nord-ovest di Spagna) utilizzino il pretérito perfeito composto portoghese come il pretérito prefecto spagnolo e suppone che questo sia corretto. Tuttavia, è corretto "hoy he comido arroz" e "hoy comí arroz" è completamente sbagliato. Inoltre, è da supporre che pochi galleghi dicano "hoy comí arroz".


In inglese e in spagnolo ci sono strutture che corrispondono al pretérito perfeito composto.

present perfect continuous: I have been working on it the whole day.
gerundio pretérito perfecto: He estado trabajando en esto todo el día.
pretérito perfeito composto: Tenho trabalhado nisso todo o dia.


Tanto in portoghese come in spagnolo esistono alternative.

spagnolo: Llevo trabajando en esto una semana.
portoghese: Venho trabalhando nisto uma semana.





contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale