3.3.1. 2 [ẽ]

Un grafema è la rappresentazione di un suono / fonema nella scrittura. Esso può rappresentare vari suoni e viceversa, un fonema può essere rappresentato da vari grafemi. Il fonema /k/, per esempio, può essere rappresentato da ca (Canada), ch (chiamare) o k (ketchup) e il grafema o può rappresentare una o chiusa come in conoscere e una o aperta come in cosa.

Il fonema [ẽ] è rappresentato da en, em. (Potete fare attenzione alla pronuncia della r, ma questo non è il nostro tema adesso, ne discuteremo più tardi. Qualche volta viene pronunciata come la r italiana e altre volte come la r tedesca.)

rappresentazione ipa grafema esempio  
[ẽ]em empregado (impiegato), Setembro (settembre) ,
[ẽ]en enredo (intrigo), entender (capire) ,


Come il grafema -am il grafema -em può anche rappresentare un dittongo, ma, sopresa, il vocale nasale è [ɐ̃], o sia lo stesso che -an e -am. Ciò che cambia e il semivocale aggiunto.

Questo dittongo [ɐ̃j] è quasi così importante che [ɐ̃w], perché la terza persona plurale presente dei verbi che finiscono en -er e -ir finiscono en -em. Inoltre vale lo stesso que è già detto prima. Come dittongo -em soltanto viene pronunciata nella sillaba finale.

rappresentazine ipa grafema esemplo  
[ɐ̃j]em vendem (loro vendono), dormem (loro dormono) ,
[ɐ̃j]en benfeitor (benefattore)
[ɐ̃j]ãe mãe (madre) alemães (tedeshi) ,


Prestate attenzione all'accentuazione, ossia alla sillaba sopra la quale cade l'accento. Come già abbiamo detto parecchie volte, al momento non ci interessano i tempi. Per ora ci interessa soltanto la pronuncia.

esempio corretto sbagliato significato
falam loro parlano
vendem loro vendono
partem loro partano
falaram loro parlano
venderam loro vendono
partiram loro partono

Nella tabella qui sotto viene comparato am [ɐ̃w ] e em [ɐ̃j]. Fa attenzione alla differenza nella pronuncia. Il vocale è lo stesso, il semivocale differente.

grafema suono esempio
em vendem (vendono)
am falam (parlano)
ãe mãe (madre)
ão mão (mano)


Riassunto

1. Il monottongo [ẽ] è rappresentato dai grafemi en e em.
2. Se em viene rappresentato come dittongo la vocale nasale è [ɐ̃] alla quale viene aggiunta la semivocale j. Come dittongo, em ha lo stesso valore fonetico che -ãe. La vocale nasale è la stessa che nel caso die -am, -an.
3.Nella sillaba finale o se la parola consiste in una sola sillaba, -em è pronunciato come dittongo.






contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale