19.12.2 Se / quando

Molte lingue non distinguono tra "se" e "quando". In tedesco per esempio questa distinzione non viene operata e non è così ovvia.

Compariamo queste due frasi.

1) Quando me lo dice, te lo dirò.
2) Se me lo dice, te lo dirò.

Nel caso 1) non si dubita che lo dirà, ma non si sa quando ciò accadrà. Nel caso 2) si dubita che lo dirà.

Nella frase 1) si potrebbe chiedere il momento nel quale lo dirà: Quando te lo dirà? Questa domanda sarebbe assurda nel caso 2).

"Quando" e "se" introducono una proposizione subordinata che descrive una condizione necessaria affinché si svolga l'avvenimento descritto nella proposizione principale. Nel caso di "quando" c'è soltanto insicurezza per quanto riguarda il momento nel quale la condizione si realizzerà. Nel caso 2) non è nemmeno sicuro che si realizzerà.

Spesso è possibile usare sia "quando" che "se", ma il significato non è lo stesso. Scegliete nelle frasi seguenti l'opzione più probabile. In generale, si può dire che quando si usa per descrivere una regola generale.

Se hai soldi, puoi fare ciò che vuoi.
tens dinheiro, podes ser quem tu quiseres.
Se avessi soldi, sarei a Parigi adesso.
Estaria agora em Paris, tivesse dinheiro.
"E un vizio comune dell'uomo quello di non vedere il temporale quando c'è bel tempo", diceva Machiavelli.
O defeito habitual do Homem é não prever a tempestade faz bom tempo", dizia Maquiavel.
Un uomo buono si sente male se fa qualcosa di male.
Um bom homem sente-se mal faz algo errado.
Perderai di più se non lo fai.
Perderás mais não o fizeres.






contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale