12.2.5.1 formazione del futuro I e futuro II do conjuntivo

Il futuro I do CONJUNTIVO è formato partendo della terza persona plurale del perfeito simples do indicativo. Da questa forma si toglie, come nel caso del imperfeito do conjuntivo, la desinenza -am si aggiunge alla rimanente radice le desinenze corrispondenti. La prima e la terza persona singolare sono uguali e corrispondono semplicemente alla radice. Se si trascura il fatto che il perfeito simples do indicativo è quasi sempre irregolare, il futuro I è regolare. L'autore di queste pagine direbbe che non c'è nessun verbo, se trascuriamo il fatto che il futuro si basa su una radice molto irregolare, che sia irregolare al futuro. Anche i verbi più irregolari come ser, ir, poder, querer, saber, pôr, ter ecc. sono regolari in questo tempo.

futuro de conjuntivo pôr (mettere) ir (andare)* dar (dare) começar (iniziare)
eles puserameles forameles derameles começaram
eupuserfordercomeçar
tu puseres fores derescomeçares
ele / ela
você
o senhor / a senhora
puserfordercomeçar
nóspusermos formos dermoscomeçarmos
eles / elas
vocês
os senhores / as senhoras
puserem

forem

derem

começarem



* ser e ir hanno le stesse forme in tutti i tempi a parte al presente. Ir è un verbo importante, perché si può formare il futuro con la costruzione ir + a + infinito. (Vou facé-lo mais tardi / Lo farò più tardi)

Il futuro II do conjuntivo si usa in contesti analoghi al futuro I do congiuntivo, cfr. 12.2.5. Viene utilizzato dopo congiunzioni che introducono una proposizione subordinata la cui azione / avvenimento si svolgerà in un momento sconosciuto nel futuro. L'unica differenza in comparazione con il futuro I è che questa azione è immaginata come compiuta.

futuro II do conjuntivo
Vou pôr onde estava quando tiver terminado.
Vado mettere dove era quando avrò terminato.
Dopo aver terminato lo metterò dov'era.
Acordem-me quando tiver terminado.
Svegliatemi quando avrà terminato.
 

Il futuro II do conjuntivo si forma con il verbo "ter" come verbo ausiliare al futuro I do conjuntivo e il participio passato. Il futuro I viene formato invece come descritto prima.

futuro II do conjuntivo eles tiveram participio perfeito
eu tiver
feito (fatto)
dito (detto)
equecido (dimenticato)
lembrado (ricordato)
alugado (affittato)
consertado (riparato)
vindo (venuto)
tu tiveres
ele / ela
você
o senhor / a senhora
tiver
nós ermos
eles / elas
vocês
os senhores / as senhoras
tiverem


La proposizione subordinata descrive un'azione compiuta in un futuro incerto.
Vou depois quando tiver consertado o carro.
Dopo avere riparato la macchina, ci vado.
O tempo te dará respostas só quando tiveres esquecido as perguntas.
Soltanto dopo aver dimenticato le domande, il tempo ti darà le risposte.
Ela virá quando tiver vindo o momento de sua chegada.
Lei verrà quando il momento del suo arrivo sarà arrivato.





contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale