10.5 Avverbi relativi

Possiamo leggere molto spesso che l'avverbio relativo stabilisce una relazione tra un sostantivo dalla proposizione principale e la proposizione relativa. L'autore direbbe che questo non è corretto al 100 per cento. L'avverbio relativo CONVERTE un sostantivo della proposizione principale in un avverbio, facendo pertanto qualcosa in più che semplicemente riferirlo.

Analizziamo queste frasi.

La maniera come* risolse il problema fascinò tutto il mondo.
La maniera nella quale risolse il problema fascinò tutto il mondo.
Il luogo dove successe l'incidente è fuori dalla città.
Il luogo nel quale successe l'incidente è fuori dalla città.

"La maniera" e "il luogo" non sono locuzioni avverbiali. "La maniera" e "il luogo" sono semplicemente i soggetti della proposizione principale e soltanto nella proposizione relativa si convertono in una locuzione avverbiale. Un pronome relativo non fa altro che riferire, ma un avverbio relativo converte la cosa referita in un avverbio. Inoltre, in un avverbio relativo molto spesso è inclusa una preposizione. Quali riferisce maniera e luogo. Quale è un pronome. Ma come corrisponde a nella quale e dove a nel quale. In come e dove abbiamo anche una preposizione.


La definizione qui sotto e altre definizioni simili che possiamo trovare su internet non sono pertanto corrette al cento per cento.

Onde e como são advérbios relativos já que introduzem uma oração subordinada relativa e ao mesmo tempo permitem identificar uma relação estabelecida com o nome antecedente. Onde e come sono avverbi relativi perché introducono una proposizione relativa e stabiliscono allo stesso tempo una relazione con il sostantivo precedente.
Como e onde, advérbios relativos

Questa definizione sarebbe ugualmente corretta per un pronome relativo e non spiega la differenza tra un pronome relativo e un avverbio relativo. Secondo questa definizione un pronome relativo e un avverbio relativo sarebbero la stessa cosa, benché siano delle cose completamente differenti. L'avverbio relativo è un avverbio e converte, di conseguenza, un elemento della proposizione principale in un avverbio o una locuzione avverbiale.

È corretto dire che il quale (...nella quale risolse..., ...nel quale successe...), è un pronome, che riferisce rispettivamente la maniera e il luogo. La locuzione intera (nella quale, nel quale) è però una locuzione avverbiale. Sostituendo "nel quale" e "nella quale" con l'avverbio "dove", possiamo vedere che "dove" è una struttura più complessa, perché include una preposizione.

Carrega consigo o martelo com o qual realizzará tal empreitada.
Porta con sé il martello con il quale realizzerà tale lavoro.
 

Per il martello domandiamo "con cosa": con cosa realizza questo lavoro?
Per tutta la locuzione verbale domandiamo "come": Come realizza tale lavoro?

In questo caso il pronome relativo è ancora presente e fa parte dalla locuzione avverbiale. Nel caso degli avverbi relativi dove, quando e come non c'è nessun pronome relativo. L'avverbio è una locuzione avverbiale e non fa soltante parte d'una locuzione avverbiale.





contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale