20.1.3. "A" in relazione a luoghi

Le preposizioni hanno la caratteristica spiacevole di essere molto spesso poco motivate semanticamente. Questo è spiacevole perché si deve imparare il contesto nel quale vengono utilizzate e non si può indovinarlo. In portoghese qualche volta si può anche dire "~Vado per Roma" e questa è una cosa che si deve imparare, non si può capirlo autonomamente, perché, se usata in questo contesto, la preposizione "para" portoghese, "Vou para Roma", è svuotata semanticamente. Se una preposizione è semanticamente motivata, "Il libro è sul tavolo", basta conoscere la preposizione corrispondente in portoghese per tradurre la frase. Se la preposizione è arbitraria, non serve a nulla sapere la rispettiva traduzione italiana. Questo problema, per quanto riguarda la preposizione "a", è in parte dovuto al fatto che si può discutere sulla posizione di un oggetto nello spazio tridimensionale. In italiano si va in chiesa, ma a Parigi mentre in portoghese si usa la stessa preposizione in entrambi i casi: a Parigi, a igreja.

In italiano c'è una preferenza per "chiosco sulla spiaggia", ma il chiosco potrebbe anche trovarsi nella spiaggia. Nel primo caso la spiaggia è considerata bidimensionale, tridimensionale nel secondo. In spagnolo e portoghese c'è una preferenza per "nella spiaggia", "en la playa" (spagnolo) e "na praia" (portoghese). Il camping si fa in tedesco nell'aria aperta (im Freien), ma in portoghese e italiano "all'aperto", "ao ar livre".

Da una prospettiva filosofica ci sono anche delle cose positive da raccontare. Il cervello umano fa sempre le stesse connessioni. Benché sia completamente differente correre contro un muro o lottare contro qualcuno si usa la stessa congiunzione in entrambi i contesti ed è così in tutte le lingue; sembra così normale, che sarebbe persino difficile spiegare a qualcuno che è strano. Forse questo è dovuto al fatto che c'è una resistenza in entrambi i casi. Molte preposizioni sono utilizzate allo stesso modo in senso metaforico. Per esempio, "sotto" nel suo significato principale, descrive un oggetto nello spazio in relazione ad un altro, ma in tutte le lingue può anche essere utilizzato in senso metaforico: "sotto il suo regno la Sicilia ebbe una fioritura culturale incredibile". Benché sempre molto soggettivo al cervello umano, in realtà non c'è nessuna relazione tra la descrizione di una posizione nello spazio e una relazione gerarchica.

Molto spesso una lingua fa una distinzione che non viene fatta nell'altra. Il portoghese, per esempio, distingue tra andare a un posto per sempre, per esempio per motivi di lavoro, e andare a un posto e ritornare, per esempio se si va in vacanza. Nel primo caso si dice "vou para Inglaterra" e nel secondo "vou a Inglaterra". In francese si usa la stessa espressione in entrambi i casi: je vais en Angleterre.

Secondo l'opinione irrilevante dell'autore non ha senso memorizzare mille espressioni e verbi con la preposizione che richiedono, o meglio: ciò avrebbe senso, ma non è possibile. Basta essere sensibilizzati al fenomeno e leggere alcuni romanzi o, meglio ancora, ascoltare e leggere alcuni romanzi, per esempio quelli inseriti in questo portale. In questo modo si memorizza queste strutture automaticamente e senza sforzo.


"a" per descrivere una direzione
Amanhã vou a Lisboa.
Domani vado a Lisbona.
Vou à escola todos os dias.
Vado a scuola ogni giorno.
Gostaria de ir com você ao cinema.
Mi piacerebbe andare al cinema con te.


"para" quando il soggiorno dura a lungo
Os covardes não vão para o Céu.*
I vigliacchi non vanno in Paradiso.


* Si suppone che il soggiorno in paradiso duri del tempo quindi si deve utilizzare "para".



Movimento
Virem à esquerda, depois à direita.
Andate a sinistra e dopo a destra.
Olhem para a esquerda, depois para a direita.
Prima guardate a sinistra e dopo a destra.
posizione fissa
O elevador fica aqui ao lado à esquerda.
L'ascensore si trova dietro l'angolo a sinistra.
Duas quadras a direita tem um restaurante.
Tra due isolati a destra c'è un ristorante.





contatto consenso al trattamento dei dati personali informazione legale